Le intimidazioni

Rr   

Intimidito il sindacalista Aldo Mucci
Aldo Mucci è sicuro di non avere nemici e di essere ben voluto da tutti. Qualcuno però al quale non suscita sentimenti affettuosi ci sarebbe.
Qualcuno che gli ha inviato una lettera minatoria direttamente a casa sua in quel di Realmonte e che per accertarsi che l'abbia letta gli ha telefonato al cellulare, ma non per augurargli ogni bene. Anzi.
Ancora un sindacalista nel mirino della criminalità o di chi si erge a criminale, dopo quanto accaduto al saccense Raso. Mucci è componente del direttivo della Cgil provinciale, nel recente passato ha cercato di offrire un proprio contributo alla causa della Camera del lavoro di Porto Empedocle. La Camera da Lavoro che però e chiusa da anni per motivi non meglio noti.
I fatti. Qualche giorno fa, il 28 settembre il sindacalista si è accorto che nella cassetta della posta c'era un foglio di carta sul quale qualcuno aveva scritto: «Cigiellino di merda stai lontano da Porto Empedocle o sei morto», con annessa croce disegnata e in calce la scritta «servo della sinistra».
Immediata è stata la presentazione di una denuncia ai carabinieri di Realmonte per quanto accaduto. Dalle lettere l'intimidatore di Mucci è passato alla telefonia cellulare. Avendo il numero del sindacalista, il mascalzone la mattina dello scorso 4 ottobre gli ha intimato di «non venire a marina», ovvero a Porto Empedocle, accertandosi alcune ore dopo se avesse capito l'«invito» con un'altra chiamata.
Un'altra telefonata minatoria rivolta a Mucci ha avuto come oggetto anche il segretario provinciale della Cgil Piero Mangione, al quale lo sconosciuto uomo al telefono avrebbe voluto fargli capire l'aria che tira. E che sia brutta non ci sono dubbi. Indagano i carabinieri.


 

Realmonte Agrigento,intimidazione mafiosa al sindacalista della CGIL agrigentina Aldo Mucci

Ra   


Edizione del11/10/2006

A cura della redazione giornalistica di Sicilia TV
Direttore Responsabile: Dario Broccio 

Episodi gravissimi che non devono fermare l’impegno verso i lavoratori.  Questo il commento del presidente della provincia regionale di Agrigento Vincenzo Fontana relativamente ai recenti episodi di intimidazione nei confronti dei sindacalisti della CGIL  Aldo Mucci e Piero Mangione. Una lettera anonima contenente ingiurie e minacce e' stata recapitata  nella giornata di ieri a Mucci  presso la sua abitazione. Lo stesso ha anche denunciato di avere ricevuto una telefonata anonima di minacce rivolte al segretario provinciale della CGIL Mangione.  Mucci sta portando avanti una lotto contro i pensionamenti anticipati dei lavoratori del comparto minerario. Fontana rivolge ad entrambi i sindacalisti la propria stima e la solidarietà  a titolo personale e della sua giunta. 

 

 Il sindacalista Mucci sta portando avanti una lotto contro i pensionamenti anticipati dei lavoratori del comparto minerario .

Intimidazioni a sindacalista agrigentino,lettera di minacce di morte.

 

 

 Dichiarazione del Presidente della Provincia Regionale di Agrigento Dott.Vincenzo Fontana: atti gravissimi che non devono fermare l’impegno verso i lavoratori.

  

Un ringraziamento ai Carabinieri della Stazione di Realmonte ed al suo Comandante che mi sono stati vicini in un momento particolare della mia vita. 

  

 

 


Home page gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!