Gli incontri

La Vita

Aldo Mucci,nasce a Catania,città industriale della Sicilia,chiamata dai siciliani la Milano del sud. Nel 1972 Frequenta il Liceo Artistico "Michelangelo" a Palermo.Qui incontra un insegnante di gran valore: il professore di ceramica Giovanni de Simone.Agli anni del tanto amato liceo risale la sua fortissima passione per l'arte e la poesia.Nel 1979 trova lavoro presso la miniera di salgemma di Petralia in provincia di Palermo.La sua vita si svolge così tra lavoro e passione per la poesia e la pittura.Nel 1990 incontra Padre Giuseppe Puglisi meglio conosciuto come Pino, soprannominato 3P.Da quel giorno,si dedica ai problemi del mondo del lavoro,in particolare quello minerario (dei minatori).A Palermo e in Sicilia ha partecipato a numerosi movimenti fondati da Padre Puglisi tra cui:Fuci Federazione Universitaria Cattolica Italiana ( Molti giovani famosi avevano svolto ruoli di responsabilità in seno alla Fuci nel corso degli anni precedenti,Aldo Moro e Giulio Andreotti. Equipes Notre Dame. Il 15 settembre 1993, don Pino viene assassinato.

  

 

 

  • Come parlare di Cristo? Dobbiamo cercare di presentare da innamorati la figura di Cristo, per sperare che ci stiano a sentire.  
  • (don Pino Puglisi)

    « Bisogna andare in Sicilia per constatare quanto è incredibile l'Italia »


    (Leonardo Sciascia)

    Incontrai il Maestro Sciascia nel 1982,in occasione dell'uscita del suo libro  "Kermesse" e "La sentenza memorabile", ricordo straordinario ed indelebile.
     

     

                                                       Giovanni De Simone

    Artista di nobile famiglia palermitana,ha dato nuovo impulso alla produzione della ceramica

    siciliana.Le sue creazioni, che guardano a Picasso, Matisse, Leger e Klee, non perdono di vista elementi

    desunti dal folclore e dalle storie di Sicilia, con risultati assolutamente originali raggiunti grazie 

     

    Gli Appelli

     

    Destinatario: Ai politici di tutti i "centri"
    Oggetto: Scusate:la guerra è finita? 

    Già negli anni Trenta la disoccupazione era fonte di disperazione e
    causa di tanti guai, fra i quali anche l'ascesa di Hitler al potere.
    Ora tutto è cambiato intorno a noi: ma si continua a parlare di
    disoccupazione con gli stessi accenti con cui se ne parlava allora,
    come se si trattasse sempre dello stesso fenomeno.Nel 2010
    le domande di disoccupazione a luglio giunte all’Inps sono state
    152mila, in crescita su giugno 2010 (83mila). L’Inps spiega che
    l’aumento è legato all’effetto stagionale di iscrizioni nelle liste
    dei precari della scuola.Mi chiedo:ma la guerra è finita?
     

    Ordine dei giornalisti

    Spett.le Ordine dei giornalisti

    diventare giornalisti è' il sogno nel cassetto di tanti giovani:
    studiare l'attualità, curiosare, chiedere, capire per poi spiegare
    agli altri ciò che si è compreso. Quella del giornalista è una
    professione cui molti aspirano.Nei paesi profondamente democratici,il
    giornalismo è la sentinella del potere, in Italia è" the companion of
    power".(il compagno del potere)."Il giornalista deve essere una
    persona perbene" diceva Enzo Biagi.Oggi,assistiamo ad un giornalismo
    "fumetto" ed a puntate,dedicato a questo o a quel
    governante,dimenticando spesso che il lettore non c'è più.  

    Al Ministro dell'economia On.Tremonti

    Aldo Mucci, Cgil: "E' ingiusto che i magistrati fuori ruolo percepiscano anche 10 mila euro mensili"

    E-mail Stampa PDF
     

    Spett. Redazione l'Altra Agrigento,

    desidero lanciare, tramite il VS prestigioso giornale online,  un'appello al Ministro dell'Economia Tremonti, affinché venga modificata la legge che consente ai Magistrati fuori ruolo del Consiglio di Stato, Corte dei Conti, Tar, di continuare a percepire uno stipendio che va dai 5 ai 10 mila euro netti mensili per un mestiere che non svolgono più. Questi magistrati hanno incarichi presso le Authority, Gabinetti dei Ministri etc..

    E' ingiusto che continuino a percepirne anche un'altra indennità. I fondi recuperati, e parliamo di almeno un paio di milioni di euro l'anno, possono essere dirottati sugli insegnanti di sostegno o all'assistenza dei disabili, che sono stati drasticamente ridotti a seguito dei tagli della manovra Tremonti.

    Sarebbe opportuno, con vs approvazione, dedicare uno spazio nel vs giornale, al fine di  indire una raccolta di firme online. 

    Sindaco di Agrigento

    Presidente Provincia Regionale di Agrigento

     Signori,
    l'autismo è considerato dalla comunità scientifica internazionale un
    disturbo che interessa la funzione cerebrale; la persona affetta da
    tale patologia mostra una marcata diminuzione dell'integrazione
    sociale e della comunicazione, attualmente risultano ancora
    sconosciute le cause di tale manifestazioni.Le Linee guida di
    Intervento sull’Autismo pubblicate dal National Research Council
    (Educating Children with Autism, 2002, affermano:Il coinvolgimento dei
    genitori in tutto il percorso; la scelta in itinere degli obiettivi
    intermedi da raggiungere e quindi degli interventi da attivare,il
    coordinamento, in ogni fase dello sviluppo, dei vari interventi
    individuati per il conseguimento degli obiettivi ; la verifica delle
    strategie messe in atto all’interno di ciascun intervento.Per tutto
    questo necessitano strutture e strumenti idonei.Ad Agrigento,non
    abbiamo alcun tipo di "supporto" logistico,ne Comunale,ne
    Provinciale.ed i genitori di bimbi autistici non sanno a chi rivolgersi. 
     

    Sindaco di Agrigento

    Agrigento è la città italiana dove l’acqua costa di più, dove
    l’acqua giunge nella case sporca e con turni settimanali.( Dati Blue
    Book)
    1) AGRIGENTO standard : con 200 mila litri di acqua 200 spesa annua di
    440 2) Arezzo (410)
    3) Pesaro e Urbino (409 euro).
    4) Milano (103 euro l’anno).
    5) Treviso e Isernia, rispettivamente con 108 e 109.

    Ma ad Agrigento l'acqua non c'è, ma a pochi chilometri di distanza sì.
    Che l'acqua ci fosse era cosa nota da decenni (la Montedison fece i
    primi rilevamenti), ma a nessuno è parso opportuno approfondire. Ha
    approfondito invece, e bene, la Nestlè che infatti ha chiesto lo
    sfruttamento di questo bene introvabile laggiù. Ha approfondito così
    bene che i pochi comuni che si dissetano autonomamente nell'area del
    tesoro, rischieranno di finire anch'essi assetati. Per fortuna
    soccorre la politica commerciale della multinazionale: nell'isola, a
    differenza del resto d'Italia, il prezzo sarà calmierato. Solo
    trentatrè centesimi la bottiglia. Un affare  

    Turismo, Aldo Mucci “si offre” alla Provincia. Gratuitamente

    Agrigentoweb.itStampa questo articolo

     

    Egregio Direttore,

    sono venuto a conoscenza,che la Provincia Regionale di Agrigento ha istituito uno stafpermanente di studiosi che avranno il compito diottimizzare il processo turistico nella nostra Città. Tramite il tuo Agweb desidero proporre al Presidente della Provincia Prof.D’Orsila mia consulenza assolutamente gratuita( in quanto già dipendente della Regione Sicilia, retribuito ma non utilizzato dalla stessa)..La mia consulenza,basata su studi accademici ed universitari chenasce a Palermo, (Liceo Michelangelo”allievo del Maestro Giovanni De Simone e prosegue con approfondimentiinternazionalia Quenca ,dove ho affiancato Architetti ed artisti per il progettodipingi la nostra Città e Barcellona (Spagna)presso la Empresa de turismo RegionalEspanol.

    Considerata l’austerità economica che attraversa la nostra Provincia, desidero spendermi gratuitamente al fine di apportare con il mio piccolo contributo,un indirizzo qualitativo per lo sviluppo del nostro turismo. 

    Destinatario: Sindaco di Palermo
       

    Caro Sindaco Cammarata,
    Ho rivisto la mia adorata Palermo dopo circa un'anno,è l'ho trovata
    disperatamente trascurata,abbruttita.Forse abbiamo perso di vista la
    politica,quella delle città,delle comunità,dei cittadini.Mi chiedo
    dov'è finita l'arte di governare le città.Quali insegnamenti ci hanno
    lasciato i dotti Aristotele.
    Macchiavelli..Oggi di politici dotti ne sono rimasti solo alcuni che
    come asini trasportano un carico di libri.

     

     

    No al parco eolico off-shore dal comitato No peos

    Il Comitato No Peos, no al parco eolico off shore, ha scritto una lettera al presidente del Consiglio dei ministri Silvio Berlusconi, per spiegare le ragioni che dovranno impedire la realizzazione dell’impianto eolico in mezzo al mare. Un grave pericolo, si profila per le comunità di Gela, Butera, Licata, Palma di Montechiaro ed Agrigento.

    A parlare è il sindacalista CGIL Aldo Mucci, : "Il progetto,presentato dalla Mediterranean Wind off shore, descrive la realizzazione del 1° parco eolico off shore, presso il comune di Butera, a due/tre miglia marine dalla costa del golfo di Gela. Il progetto è composto da 38 pali dell’altezza di 140 metri circa dal livello del mare, ed è il primo di tre progetti che, partendo da Gela, si protraggono fino ad Agrigento coinvolgendo anche i comuni sopracitati, per un totale di 309 pali che renderebbero l’area irriconoscibile rispetto alla realtà odierna.

    Grande allarme vi è tra le comunità interessate che vedrebbero compromesse le loro aspettative in campo turistico. L'Assessorato Regionale ai Beni Culturali, dal gennaio 2010, ha inserito il tratto di costa in questione nel Piano Regionale Paesistico con livello massimo di tutela, così da non permettere la realizzazione di qualsivoglia opera".

     

    PETIZIONE

     AGRIGENTO CITTA' DEI TEMPLI - CITTA' SENZ'ACQUA - 

    Agrigento vive con drammaticità la carenza continua d'acqua.Nonostante ciò si continua insistentemente a parlare di privatizzare l'acqua. NOI diciamo NO,non vogliamo affidare questo bene prezioso nelle mani di chissà chi. 


    Sito web gratis da Beepworld
     
    L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
    Per contattarlo utilizza questo form!